Il rubino di fumo di Philip Pullman

di Blogger Commenta

 Sally Lockhart, una ragazzina di sedici anni che vive nei bassifondi della Londra vittoriana, cerca di risolvere il mistero della morte del padre, ma trova ovunque pericoli ed enigmi.

Tutto comincia con una frase pronunciata per la prima volta da Sally, che in verità non ne conosce neppure il significato e il potere micidiale. Ma sta di fatto che la persona che le sente muore di paura. “Attento alle Sette Benedizioni…”: chissà perché Sally pronuncia quelle parole, ma è pur vero che da quel momento viene perseguitata da canaglie e assassini, mentre lei cerca di scoprire chi ha rubato il rubino lasciatole in eredità dal padre e in che modo è legato al traffico d’oppio.

Il rubino che causa questa ”caccia al tesoro” è un’enorme pietra di inestimabile valore, rubata durante la Grande Rivolta dei reggimenti indiani, una droga micidiale, l’oppio, che uccide tra atroci tormenti, traffici illegali, sette segrete e assassini nella misteriosa Londra del 1872. Sally scopre presto di essere al centro del mistero e che la sua vita dipende proprio dalla sua soluzione. Si muove quindi in un mondo irto di pericoli e avventure, ma è decisa a recuperare il rubino di Agrapur, lasciatole in eredità dal padre adottivo. Ma deve fare i conti con chi non esiterebbe ad ucciderla pur di averlo…

L’AUTORE

Philip Pullman (nato il 19 Ottobre 1946) è uno scrittore inglese che ha studiato all’Università di Oxford ed è celebrato per il suo bestseller ”Queste Oscure Materie”, una trilogia fantasy: ”La bussola d’oro”, ”La lama sottile” e ”Il cannocchiale d’ambra”. Il libro è per bambini dagli undici anni, ma piace anche ai lettori adulti. A Pullman è stato conferito l’Order of the British Empire nella lista d’onori del capodanno 2004. I singoli volumi della trilogia hanno vinto diversi importanti titoli di letteratura nel Regno Unito. Sotto la regia della New Line Cinema uscirà prossimamente anche il film di Queste Oscure Materie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>