politica

Questo amore di Bruno Vespa

Il sentimento misterioso che muove il mondo
In questa sua ultima opera, Bruno Vespa conduce una sorta d’indagine su un sentimento universale dai mille volti. In particolare traccia un ritratto forse a noi sconosciuto dell’animo degli italiani, dai quindici agli ottantacinque anni. Questa sua indagine sembra voler scavare a fondo nell’animo dei suoi personaggi, andare alle radici di un sentimento che supera tutte le barriere e rimuove gli ostacoli e scavalca ogni confine. E capire cosa spinge questa voglia d’amore che ”move il sole e le altre stelle” anche alle estreme conseguenze, in certi casi…La cronaca insegna…

Read moreQuesto amore di Bruno Vespa

Una storia di destra di Italo Bocchino

È la storia di un giovane di provincia cresciuto in un ambiente familiare in cui l’importanza di certi valori viene vissuta e rispettata.
E proprio l’esempio dei valori trasmessigli dal padre lo conduce negli anni Ottanta alla carriera politica. Il giovane Italo Bocchino intraprende così un percorso che partendo dalle organizzazioni universitarie e passando per comizi, campagne elettorali e giornali, lo porta a Roma, alla Camera dei deputati e alla nascita di Futuro e Libertà. Una storia piena di soddisfazioni ma anche di cocenti delusioni e scontri durissimi.

Read moreUna storia di destra di Italo Bocchino

Il fascino discreto della corruzione di Mario Grossi

Il fascino discreto della corruzione di Mario Grossi
Fonte: mirorenzaglia [scheda fonte
]

In un momento della nostra storia politica, in cui corrotti e corruttori escono allo scoperto sempre più esplicitamente, forse bisognerebbe interrogarsi sul senso della corruzione. Così come sarebbe venuto il momento di porre seriamente la questione, proprio quando, di fronte a questi episodi sempre più rilevanti, i paladini della pulizia morale si ergono a bastioni contro la cancrena dilagante. Di fronte all’ambigua contrapposizione che vede da un lato i corrotti, emissari di ogni male e dall’altro i puri, i ”catari” dell’incorruttibilità, senza pregiudizi, ci si dovrebbe interrogare a partire da una domanda che può apparire provocatoria e che suona così: ”E se la corruzione fosse il motore del mondo?” A porci questa domanda, in apparenza bizzarra, è Gaspard Koenig che ha scritto Il fascino discreto della corruzione edito da Bompiani.

Read moreIl fascino discreto della corruzione di Mario Grossi

Vandali. L’assalto alle bellezze d’Italia di Antonio G. Stella, Sergio Rizzo

La denuncia appassionata di uno scempio, di cui politici e amministratori sono i principali responsabili, molti cittadini i complici e tanti altri le vittime che dovrebbero far sentire più forte la propria voce.

A Pompei crolla la Schola Armaturarum, l’ultimo mosaicista è andato in pensione dieci anni fa, c’è un solo archeologo per 66 ettari di scavi, un accordo sindacale vieta agli elettricisti di salire su scale più alte di 70 cm. In Sicilia, a due passi da Selinunte, dove il tempio di Apollo resta coperto per undici anni da un’impalcatura solo perché nessuno la smonta, c’è un’intera città di 5000 case abusive di cui 800 così al di fuori da ogni norma da non rientrare in nessuno dei numerosi condoni edilizi, eppure non si è mai vista una ruspa. In un’epoca in cui le scelte turistiche si fanno sul web, il portale governativo Italia.it, dopo sette anni e milioni di euro buttati, ha raggiunto il 4562° posto nella classifica dei siti internet italiani più visitati e il 184.594° di quella internazionale.

Read moreVandali. L’assalto alle bellezze d’Italia di Antonio G. Stella, Sergio Rizzo

L’intermittenza di Andrea Camilleri

L’intermittenza di Andrea Camilleri

Un romanzo perfettamente calato nella realtà politica e finanziaria di oggi

Astuzia, simulazione e alleanze strategiche sono da sempre le armi più affilate di Mauro De Blasi, direttore generale di una delle più importanti aziende italiane. Da qualche tempo però la sua lucidità è messa a rischio da improvvisi black-out, angoscianti “intermittenze” che lo scollegano per qualche istante dal mondo esterno.
Un problema, in un momento in cui la stabilità dell’azienda è messa in pericolo dalla crisi economica e gli operai occupano uno stabilimento minacciando l’immagine pubblica della proprietà; un grosso rischio nell’universo di relazioni spietate che Mauro ha costruito intorno a sé. Tanto la moglie Marisa, una creatura votata alla sensualità e al soddisfacimento immediato dei propri bisogni, che i due vicedirettori, Guido Marsili, un abile ed efficiente gentleman con il pallino della poesia e Beppo Manuelli, l’arrogante figlio del presidente, sono nemici da tenere a bada, ciascuno coinvolto in oscure trame che potrebbero danneggiare Mauro.

Read moreL’intermittenza di Andrea Camilleri

La pancia degli italiani. Berlusconi spiegato ai posteri di Giuseppe Severgnini

La pancia degli italiani. Berlusconi spiegato ai posteri di Giuseppe Severgnini

Come scrive Beppe Severgnini nelle conclusioni iniziali del suo nuovo libro, spiegare Silvio Berlusconi agli italiani è una perdita di tempo

Ciascuno di noi ha un’idea, raffinata in anni di indulgenza o idiosincrasia, e non la cambierà. Ogni italiano si ritiene depositario dell’interpretazione autentica e discuterla è inutile. Utile è invece provare a spiegare il personaggio ai posteri e agli stranieri. I primi non ci sono ancora, ma un giorno si chiederanno cos’è successo in Italia. I secondi non capiscono, e vorrebbero. ”Berlusconi: perché?” Nei tanti incontri in giro per l’Europa e per il mondo a presentare La testa degli italiani, è sempre la prima domanda che il pubblico rivolge a Severgnini; ma è anche la questione più dibattuta dai giornalisti stranieri con cui si è confrontato in occasione di conferenze o lezioni in prestigiose sedi estere. E senza trovare pregiudizi, ma solo la curiosità di capire. Attraverso i Dieci Fattori, inizia il nuovo viaggio.

Read moreLa pancia degli italiani. Berlusconi spiegato ai posteri di Giuseppe Severgnini

Gli occhi degli alberi di Andrea Sciffo

Gli occhi degli alberi di Andrea Sciffo

Teniamo tra le mani questo libro: è un oggetto di un certo peso, che ripaga l’impiego di carta e giustifica l’offerta di pasta cellulosa da parte di alberi (inconsapevoli? forse no…)

Il protagonista del racconto continuamente interrotto e riscritto su fogli/foglie, ma unitario come il ramo che si dirama in branche minori senza perdere identità, non sono tanto ”gli occhi degli alberi” secondo quanto afferma il titolo o la bella foto in copertina: è piuttosto l’immaginazione al femminile di un’autrice che si pone all’ombra della grande tradizione verdeggiante degli scrittori arborei. È in ottima compagnia: solo a guardare nel ‘900, trova compagni Herman Hesse, Jean Giono, Mario Rigoni Stern e quel J.R.R. Tolkien che va conosciuto a partire dal bel saggio di Vito Fascina Alberi e miti (WIP Edizioni, Bari, 2007).

Read moreGli occhi degli alberi di Andrea Sciffo

Pdl e Pd, tramonti paralleli di Luca Ricolfi

Pdl e Pd, tramonti paralleli di Luca Ricolfi

Fonte: La Stampa – 28/11/2010

Non so se andremo a nuove elezioni presto, ad esempio il 27 marzo 2011, come ipotizzano in molti. Però mi pare improbabile, molto improbabile, che la legislatura duri fino al suo termine naturale, nella primavera del 2013

E questo a prescindere da come andrà a finire il B-day (14 dicembre), ovvero il giorno in cui, su Silvio Berlusconi e il suo governo, si pronunceranno sia la Corte costituzionale (sul ”legittimo impedimento”, l’attuale scudo giudiziario del premier), sia il Parlamento, con un doppio voto di fiducia (al Senato) e sfiducia (alla Camera). L’attuale impossibilità di governare, infatti, sembra destinata a perpetuarsi quale che sia l’esito di quel voto: se Berlusconi dovesse essere sfiduciato potrebbe sopravvivere solo imbarcando Fini e/o Casini, con conseguente abbandono del punto più importante del programma di governo (il federalismo); se viceversa dovesse ottenere la fiducia, la situazione sarebbe ancora più precaria. Perché il margine di voti in Parlamento sarebbe così piccolo e incerto da precipitarci in una nuova era Prodi, fatta di piccole manovre politiche e sostanziale paralisi. Meglio nuove elezioni, dunque? Non è detto, purtroppo. Il mero fatto di interrompere anticipatamente la legislatura potrebbe esserci fatale, perché nei molti mesi che intercorrerebbero fra la caduta di Berlusconi e l’insediamento del suo successore i mercati finanziari potrebbero disfare in poche settimane l’opera di tamponamento pazientemente compiuta da Tremonti in questi due anni. Un’opera su cui si possono avere opinioni diverse, ma che comunque ha finora permesso all’Italia di stare al riparo dalla speculazione internazionale, evitando una lievitazione del costo del debito pubblico.

Read morePdl e Pd, tramonti paralleli di Luca Ricolfi

La malattia dell’Occidente di Marco Panara

La malattia dell’Occidente di Marco Panara

Perché il lavoro non vale più

Ieri mercoledì 24 novembre, alle 17.30,
nella Sala dello Stabat Mater
della biblioteca dell’Archiginnasio,
in Piazza Galvani, 1
Bologna

Romano Prodi e Pietro Modiano hanno presentato il libro di Marco Panara ”La malattia dell’Occidente. Perché il lavoro non vale più”

Read moreLa malattia dell’Occidente di Marco Panara

Il cavaliere e il professore. La scommessa di Berlusconi. Il ritorno di Prodi di Bruno Vespa

Il cavaliere e il professore. La scommessa di Berlusconi. Il ritorno di Prodi di Bruno Vespa

“Prodi? Un competitor vale l’altro”. “Berlusconi? Il rapporto istituzionale è perfetto, quello privato è di “privato imbarazzo”

Il Cavaliere e il Professore non si sono mai amati, e i veleni del processo Sme e dall’affare Telekom Serbia non hanno certo contribuito a rasserenare gli animi.

Read moreIl cavaliere e il professore. La scommessa di Berlusconi. Il ritorno di Prodi di Bruno Vespa