Ho tolto i chiodi dalle mie ali di Natascia Berardinucci

di Blogger Commenta

 È la storia sofferta di Natascia, una ragazza incensurata, infermiera molto apprezzata, volontaria in Kenya per assistere i bambini più bisognosi di cure.
”Ho tolto i chiodi dalle mie ali” è una storia vera, autentica, vissuta in prima persona dall’autrice. Ci mostra un donna che ha saputo affrontare la sua malattia, ma non solo quella, con una forza di volontà superiore alla sua forza fisica, debilitata da una terribile malattia come il morbo di Parkinson, non curata o addirittura trattata con farmaci sbagliati. Una sofferenza acuita da circostanze dolorose che l’hanno costretta a un difficilissimo iter dalla prigione all’ospedale psichiatrico giudiziario al manicomio criminale.

Perché Natascia non ha dovuto affrontare solo la lotta contro la sua grave patologia, ma anche la cattiveria, l’ottusità delle istituzioni, l’indifferenza alle sue precarie condizioni di salute e, come se non bastasse, anche i dispiaceri che le ha procurato l’incontro con un uomo che non ha saputo amarla né apprezzarla. Eppure lei riesce a maturare anche attraverso il dolore e a porsi degli obiettivi puntualmente raggiunti nello studio e nella carriera. Pur sofferente nel fisico e nell’anima, Natascia rimane generosa e altruista e riprende il lavoro che ama perché la pone a contatto con la sofferenza umana che nessuno meglio di lei potrebbe capire.
L’AUTRICE
Natascia Berardinucci
è nata a Pescara nel 1974. Si è laureata in Scienze Infermieristiche presso l’Università “G. D’Annun zio“ di Chieti nel 1996. Nel dicembre 2007 ha conseguito il master di primo livello in “Management e coordinamento infermieristico” presso l’Università dell’Aquila e nel 2008 ha conseguito presso l’Università di Brescia il diploma seguendo il corso di perfezionamento in “Medicina Tro picale e Salute internazionale”. Attualmente lavora come infermiere presso la ASL di Chieti. Svolge attività di volontariato in Italia e nei paesi in via di sviluppo, con una missione già espletata nella comunità di Chaaria in Kenya. Il suo tempo libero lo divide tra gli amici, la musica, la cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>