Il Contadino e il Suo Mondo, nostalgia del passato prospettiva per il futuro

di Blogger Commenta

 Il Contadino e il Suo Mondo, nostalgia del passato prospettiva per il futuro

I campi, gli animali, gli attrezzi, la vita di tutti i giorni

Autore: Daniele Garota

Un suggestivo racconto illustrato di quella che per secoli è stata la forma più comune di vita dell’uomo, quella del contadino. Immagini semplici e allettanti, istruzioni chiare per portare a conoscenza del lettore un patrimonio di inestimabile valore, da riscoprire e rivisitare.


Una raccolta di antiche tradizioni popolari che non devono solo suscitare nostalgia dei tempi che furono, ma piuttosto offrire una prospettiva pratica a chi oggi desidera abbracciare un nuovo stile di vita, fondato sui principi della semplicità volontaria, della sostenibilità e dell’equilibrio tra uomo e terra.

Non era ancora scoppiata la rivoluzione verde quando questo libro venne pubblicato la prima volta da Macro Edizioni nel 1999. L’obiettivo di allora era quello di documentare un mondo ormai perduto, affinché quel patrimonio di inestimabile valore non venisse completamente smarrito.

Nella prefazione si legge: ”Quella che per secoli, addirittura per millenni, è stata la più comune forma di vita degli uomini, cioè la vita del contadino, sotto i nostri occhi, è diventata oggi un oggetto da museo”.

Oggi, più di dieci anni dopo, il libro torna in libreria con un un altro obiettivo: offrire suggerimenti a coloro che intendono intraprendere un nuovo stile di vita, quello della sostenibilità, della decrescita e dell’equilibrio tra uomo e terra.

Ecco perché oggi Il Contadino e il suo mondo, con le sue semplici illustrazioni e le sue simpatiche istruzioni, revival della tradizione popolare, si propone non solo quale documento, ma anche e soprattutto quale autentico strumento d’informazione, che oltre a suscitare nostalgia dei tempi che furono, offre autentiche prospettive per il futuro.

Dedicato a chi desidera scoprire come si svolgeva la vita di tutti i giorni, quali attrezzi venivano usati nei campi, come si faceva il bucato, con quali giocattoli si divertivano i bambini e come erano arredate le case. Per scoprire, ma anche per provare.

L’autore
Figlio di contadini e un poco artista, Daniele Garota vive con la sua famiglia in campagna, nei pressi di Urbino. Si occupa di attività legate al lavoro della terra e incontra giovani e bambini sulle colline della Cooperativa Alce Nero, di cui è sociofondatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>