Il Libro del Male: arriva l’atteso secondo capitolo della saga noir di James Oswald

di Francesca Commenta

Tra noir e fantasy, tra tensione e intrigo. Si snoda tra vicende in grado di tenere il lettore davvero sul filo del rasoio, il secondo capitolo della saga dell’ispettore McLean. L’autore del libro è James Oswald, già apprezzato in tutto il mondo, forte del primo capitolo che è diventato un vero e proprio caso. Dopo Il Nome del Male, torna dunque con il Libro del Male che è già un caso con pochi precedenti in Inghilterra. Se da queste parti ha già venduto almeno 8000 copie, ora sbarca in Italia, pronto a conquistare pubblico e critica ancora una volta.

Che cosa farà questa volta Tony McLean? Cosa gli accadra? Il protagonista, ovviamente, si troverà al centro di un nuovo mistero e altri omicidi ruoteranno intorno alla sua esistenza. Sarà compito suo risolvere il caso e trovare l’assassino. Questo senza dimenticare di far i conti con il proprio doloroso passato. Come in ogni storia a tema noir che si rispetti, ovviamente, avrà poco tempo a disposizione, perché ogni minuto c’è il rischio di trovare nuove vittime e lasciare via libera a qualcuno potenzialmente molto pericoloso.

L’editore è Giunti e il Libro del Male è ambientato ad Edimburgo, dove avviene qualcosa di inquietante e molto curioso. Ogni due lustri, quindi dieci anni, viene trovata una donna morta. L’autore del tragico gesto, compie una serie di rituali, come lavarne il corpo e farla ritrovare sempre nel giorno della vigilia di Natale. La tragedia finisce per interessare la fidanzata di Tony McLean, ma quell’onda di omicidi pare non arrestarsi nemmeno quando sembra aver individuato l’assassino.

La storia dell’autore, James Oswald è singolare. Dopo aver lavorato per venti anni a questo mestiere di scrittore per passione, ha deciso di auto-pubblicarsi su Amazon. Il successo ha dato ragione alle sue grandi potenzialità, attirando l’attenzione persino del The Guardian che ha definito la saga come  “un inizio eccellente per quella che si prospetta una serie imperdibile”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>