Il Giardino dei Sensi – Introduzione all’ortoterapia di Hank Bruce

di Blogger Commenta

Orti e giardini: luoghi di benessere e terapia
Un giardino, un orto, ovvero un luogo in cui ci si può anche curare, un luogo dove tutti sono accettati, dove non esiste lo stress e dove riscoprire la pace. Un luogo dove si riscopre il piacevole effetto di una passeggiata nel verde o di qualche ora trascorsa all’aria aperta, magari anche per prendersi cura delle piante e dei fiori. Giardini e orti sono luoghi in cui ci si sente rinnovati, luoghi favorevoli alla socializzazione e all’interrelazione, dove la diversità convive in armonia e dove è più semplice ritrovare equilibrio e serenità.

L’ortoterapia è una tecnica molto diffusa nel Nord Europa e negli Stati Uniti, ma è ancora poco conosciuta nel nostro Paese. Una tecnica che trasforma i benefici che questi luoghi sanno regalare in potenti strumenti terapeutici in grado di aiutare chi soffre: bambini diversamente abili e adulti con problematiche psicologiche.
Vittime di abusi, pazienti infartuati o con Alzheimer, detenuti o tossicodipendenti e in generale persone con disagi fisici e psichici, ma anche i bambini sani possono trarre benessere e giovamento dalla cura e dalla coltivazione di particolari fiori e piante, anche alimentari.
Introduzione all’ortoterapia è una guida fondamentale per chi desidera conoscere un modo di curare innovativo, senza effetti collaterali e di comprovata efficacia. Il libro si rivolge principalmente a terapeuti, assistenti sociali, psicologi, insegnanti ed educatori ambientali, ma offre uno stimolo interessante anche a tutti coloro che desiderano riscoprire uno stile di vita sano, piacevole e a stretto contatto con la natura.
L’AUTORE
Hank Bruce
è uno scrittore, conferenziere, terapista orticolturale e insegnante. Ha condotto ricerche sull’uso delle piante, dei fiorie del giardinaggio come strumenti terapeutici per pazienti infartuati e afflitti da Alzheimer, per le vittime di violenze domestichee per i tossicodipendenti. Ha ottenuto nel 2001 il Premio per l’azione umanitaria dell’anno consegnato dall’Associazione Americana di Terapia Orticolturale (AHTA). Ha effettuato, inoltre, approfondite ricerche sui sistemi di coltivazione micro-intensiva che può essere adatta ai disabili che praticano il giardinaggio e per chi vive in spazi limitati con poca acqua o scarse risorse. È il direttore esecutivo di un’organizzazione no-profit per la sicurezza alimentare, Hunger Grow Away.
La versione italiana del libro è stata realizzata in collaborazione con la Scuola di Agraria del Parco di Monza, Centro di Formazione Professionale di riferimento per i settori legati al verde.
Fonte: www.macrolibrarsi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>