Corpo libero di Ilaria Bernardini

di Blogger Commenta

 La protagonista principale è Martina, una ragazza di soli 14 anni ma già una ginnasta professionista.
Va in Romania per partecipare alle gare di qualificazione per le Olimpiadi. Sono con lei Carla e Nadia per affrontare insieme un impegno importante per la loro carriera. Naturalmente c’è molta tensione fra le ragazze, unite e contemporaneamente divise dallo stesso obiettivo, perché tutte vorrebbero vincere, come del resto anche le atlete provenienti dalle altre nazioni. C’è quindi un’atmosfera di ansia, ma anche un pizzico d’invidia, di rivalità, di inevitabili confronti.

Martina non è una ragazza come le altre. È muscolosa, più bassa della media e ha una non comune resistenza al dolore. Come tutte le ginnaste professioniste Martina vive una vita di allenamenti duri, rigide diete e lavate di capo. Ma Martina è anche una ragazza come le altre: ama la musica, le piacciono i ragazzi e sogna per sé e per la sua famiglia un futuro migliore.
Per questo talvolta arriva a fare dei paragoni fra lei e le altre. Ad esempio, guarda Carla e Nadia. Il confronto è inevitabile: sono indubbiamente più carine, più brave, più ricche. Le sostiene, come è normale fare in una squadra, ma nel suo inconscio le detesta. Tensioni rivolte naturalmente anche verso le altre squadre, in particolare verso Petrika, una ginnasta rumena tanto bella quanto brava e quindi la più odiata.
E intanto la settimana degli allenamenti in Romania trascorre fra travi e parallele, riscaldamenti, colazioni leggerissime e bagni nel ghiaccio. La domenica ci sono le qualificazioni e la squadra italiana si classifica molto bene. Le rumene gareggiano, ma Petrika Ladeci è scomparsa. Sparita, nessuno la trova. La polizia rumena si disperde con i cani per cercarla.
Carla, Nadia e Martina si staccano dal gruppo e si inoltrano nel bosco per cercare anche loro la Petrika, sperando di non essere sbranate dai lupi. E la trovano… E così il giorno della gara, quando agli altoparlanti annunciano la capitana della squadra di casa, sulla pedana non si presenta nessuno…
L’AUTRICE
Ilaria Bernardini
è nata nel 1977 a Milano. Laureata in Filosofia della scienza, scrive per il cinema, la tv e ”Rolling Stone”. Ha pubblicato Non è niente, Baldini & Castoldi, La fine dell’amore, ISBN e I supereroi, Bompiani ed è co-autrice del programma di Mtv, Very Victoria. Ha pubblicato Non è niente (Baldini Castoldi Dalai, 2005), la raccolta di racconti La fine dell’amore (Isbn edizioni, 2006) e I supereroi (Bompiani, 2009).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>