Le luci di settembre di Carlos Ruiz Zafon

di Blogger Commenta

 ”Le luci di settembre” è la storia di una donna, ma anche di una famiglia, che all’improvviso si trova a vivere una realtà drammatica, ma riesce a trovare il coraggio di reagire alla sfortuna che sembra perseguitarla.
Siamo nell’estate del 1937 e la nostra protagonista, Simone Sauvelle, rimane vedova all’improvviso. Purtroppo al dramma della morte del marito si aggiunge quello della grave situazione d’indigenza in cui il marito l’ha lasciata a causa degli ingenti debiti da lui accumulati. Simone allora decide di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare da capo. Lascia Parigi insieme ai figli, Irene e Dorian, e si trasferisce in un piccolo paese, dove viene assunta come governante da un ricco fabbricante di giocattoli Lazarus Jahn, che abita con la moglie malata in una casa enorme chiamata Cravenmoore.

Lazarus è un uomo gentile, verso Simone e i figli si mostra premuroso e attento. Gli piace mostrare ai ragazzi gli strani giocattoli meccanici che ha creato e che sembrano veri per la precisione con cui sono stati fatti. In casa c’è anche Hannah, la brava cuoca che ha un cugino, Ismael, un bel ragazzo di cui si innamora Irene, la figlia di Simone. Sembra che tutto vada bene, che nella casa si sia creato un clima sereno, fatto di buoni rapporti fra i vari abitanti della casa.
Un equilibrio ritrovato, ma che d’un tratto viene stravolto. Casa Cravenmoore viene turbata da eventi macabri e strane apparizioni: Hannah, la cuoca, viene trovata morta e un’ombra misteriosa s’impossessa della tenuta. Saranno Irene e Ismael a lottare contro questo nemico misterioso e invisibile per salvare Simone e per scoprire l’assassino di Hannah. Insieme cercano di svelare il segreto che incombe sulla fabbrica dei giocattoli. E per questa ricerca si trovano coinvolti in avventure emozionanti che cambieranno le loro vite e li uniranno per sempre.
L’AUTORE
Carlos Ruiz Zafón (Barcellona, 25 settembre 1964), autore di assoluto talento e di successo mondiale, ha cominciato la sua carriera nel 1993, con una serie di libri per ragazzi. Nel 2001 ha pubblicato il suo primo romanzo per adulti, L’ombra del vento (Mondadori 2004), divenuto immediatamente un caso letterario internazionale, con un milione e mezzo di copie vendute solo in Italia. Nel 2008, con Il gioco dell’angelo (Mondadori), è tornato all’universo del Cimitero dei Libri Dimenticati, che tutti i suoi lettori ricordano con grande passione. Nel 2009 da Mondadori è uscito Marina. Le sue opere sono tradotte in più di quaranta lingue e hanno conquistato numerosi premi e milioni di lettori nei cinque continenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>