letteratura olandese

Pranzo di famiglia di Renate Dorrestein

Igor non è un ragazzo come tutti gli altri: a causa di una carenza di ossigeno durante il parto non può avere una vita normale.
La madre di Igor, forse troppo immatura per prendersi cura di un figlio che non è proprio come tutti gli altri, scompare abbandonando il piccolo che rimane con nonna Nettie. Dunque Igor è un bambino sfortunato? Lui non la pensa così. Cresce sereno, arriva a trent’anni, è consapevole di essere ”particolare” e si ritiene fortunato di esserlo. Cosa vuole di più dalla vita? Non ha neppure una malattia, di giorno monta roulotte in una cooperativa sociale, di sera al suo ritorno a casa trova le meravigliose torte della nonna, il divano con il plaid e il telecomando. E poi si ritiene ancor più fortunato di avere una nonna come Nettie, una nonna giovane, con una bella coda di cavallo nera come l’inchiostro, jeans attillati e stivaletti con i tacchi a spillo.

Read morePranzo di famiglia di Renate Dorrestein