La setta degli angeli di Andrea Camilleri

Un thriller nel quale Andrea Camilleri racconta una vicenda realmente accaduta nella Sicilia di centodieci anni fa. Un thriller che vuole essere anche la denuncia di un fenomeno molto diffuso anche nell’Italia di oggi: rifiutarsi di vedere la verità che è sotto gli occhi di tutti. Siamo nel 1901 a Palizzolo, nel Trapanese. Sacerdoti e religiosi praticano regolarmente la violenza sessuale alle giovani parrocchiane.

Read moreLa setta degli angeli di Andrea Camilleri

Il gioco degli specchi di Andrea Camilleri

Siamo di fronte ad un nuovo caso abbastanza complesso di cui si sta occupando il Commissario Montalbano. Un caso che poi, non si sa come, va ad intrecciarsi con un altro caso altrettanto intricato.
In realtà, quindi, sono due i casi che il commissario Montalbano è chiamato a risolvere. Egli, infatti, viene a trovarsi di fronte ad una serie di enigmi che apparentemente sono scollegati tra loro. Ma solo apparentemente. In effetti, la vicenda inizia con due incidenti un po’ insoliti e non collegati: una bomba che esplode e un’automobile che viene ridotta in pessime condizioni. Ma alla fine i legami si scoprono…

Read moreIl gioco degli specchi di Andrea Camilleri

Testimone inconsapevole di Gianrico Carofiglio

Viene ucciso barbaramente un bambino di nove anni. Il suo corpo viene ritrovato nel fondo di un pozzo.
Dell’omicidio viene accusato un ambulante senegalese, Abdou Thiam, che lavora nella spiaggia vicino alla casa dei nonni dove il bambino di solito giocava. Contro il giovane nero ci sono prove schiaccianti che consiglierebbero il rito abbreviato per ottenere la riduzione della pena. Ma Guido Guerrieri, un avvocato che per motivi personali ha perso fiducia anche nel suo lavoro, decide di assumere la difesa del senegalese, affrontando una causa apparentemente persa, perché è convinto che questa causa potrebbe salvargli la vita.
L’AUTORE
Gianrico Carofiglio (Bari 1961), magistrato e scrittore (parlamentare dal 2008), dopo numerose pubblicazioni giuridiche e di settore esordisce nel 2002 nella narrativa con Testimone inconsapevole, pubblicato da Sellerio, oggi alla cinquantasettesima edizione. Il romanzo, che introduce il personaggio dell’avvocato Guido Guerrieri, incontra l’immediato favore dei lettori e dei critici ottenendo diversi riconoscimenti riservati alle opere prime, tra cui il Premio del Giovedì “Marisa Rusconi”, il premio Rhegium Iulii, il premio Città di Cuneo e il Premio Città di Chiavari. Altri premi: premio Lido di Camaiore, premio delle Biblioteche di Roma e “miglior noir internazionale dell’anno” 2007 in Germania secondo una giuria di librai e giornalisti, e nel 2006 Ragionevoli dubbi, premio Fregene e premio Viadana nel 2007, premio Tropea nel 2008, premio Bancarella 2005, premio Martoglio, il Bremen Prize dalla radiotelevisione della città stato di Brema, il premio Grinzane Cavour Noir, il premio Selezione Campiello, il premio Chiara…..
I libri di Gianrico Carofiglio, che superano in Italia i tre milioni di copie vendute, sono tradotti in francese, spagnolo, inglese, tedesco, giapponese, greco, portoghese, turco, russo, polacco, olandese, brasiliano, catalano, rumeno, svedese, danese, ceco, finlandese, ebraico.

Odore di chiuso di Marco Malvaldi

Siamo nella Maremma toscana, in un castello nel quale il conte Alinaro Bonaiuti ha invitato alcuni ospiti per la battuta di caccia del fine settimana

Con gli altri arriva il gourmet Pellegrino Artusi, famoso per il suo manuale di cucina “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, il primo del genere, con il quale ha inventato la tradizione gastronomica italiana. Nel castello dimora la famiglia del barone Romualdo Bonaiuti, formata da due figli maschi, Gaddo, poeta dilettante e Lapo, sempre a caccia di servette e contadine; dalla figlia Cecilia, una ragazza di talento; la vecchia baronessa Speranza che vigila su tutto dalla sua sedia a rotelle; la dama di compagnia e le due cugine zitelle. Poi la numerosa servitù: la cuoca, il maggiordomo Teodoro e la cameriera Agatina.

Read moreOdore di chiuso di Marco Malvaldi

Ognuno muore solo di Hans Fallada

“Ognuno muore solo” è un romanzo sulla resistenza. Un romanzo sulla resistenza e sulla disperazione.

Siamo a Berlino nel 1940. Al numero 55 della Jablonskistrasse la postina consegna ai Quangel, una modesta famiglia operaia, la lettera che comunica la morte in guerra del loro unico figlio, morte da eroe per il ”Führer e per il suo popolo”. La notizia scatena nel cuore di Otto e Anna Quangel un dolore indicibile, ma anche la ribellione e il desiderio di fare qualcosa, sfidando il terrore nazionalsocialista con l’arma del coraggio e della speranza, dopo aver appreso la terribile notizia della morte in guerra del loro unico figlio.

Read moreOgnuno muore solo di Hans Fallada