autrice sibilla aleramo

Una donna di Sibilla Aleramo

Una donna” è il primo romanzo di Sibilla Aleramo, composto tra il 1901  e il 1904 e considerato uno dei primi testi femministi italiani. Nonostante inizialmente le case editrici come Treves e Baldini e Castoldi ne avessero rifiutato la pubblicazione, in realtà il romanzo ottenne da subito un enorme successo ed è stato tradotto in tantissime lingue, tra cui lo svedese, il polacco e il danese.

“Una donna” è chiaramente un romanzo autobiografico, nel quale la protagonista racconta in prima persona la sua vita, partendo dagli anni della fanciullezza fino alla maturità. Già dal titolo “ Una Donna” emerge l’ intenzione dell’autrice di spiegare al lettore che le vicende raccontate hanno carattere esemplare perchè potrebbero potenzialmente riguardare molte donne o tutte le donne, ma il titolo racconta anche il processo di maturazione che porta la protagonista ad avere una maggiore consapevolezza di se stessa e del suo valore, consapevolezza che la porta a diventare appunto una donna.

AMO DUNQUE SONO DI SIBILLA ALERAMO

Attraverso il racconto dell’infanzia e della relazione intima con il padre, e poi il racconto di vicende dolorose come il tentato suicidio della madre e uno stupro che la costringe a un matrimonio di facciata, la protagonista racconta il doloroso percorso che la porta a ribellarsi alle costrizioni sociali, alla violenza familiare e ai soprusi del marito, per riuscire ad esprimere anche al di fuori della famiglia la sua identità e conquistarsi una vita indipendente, anche a costo di perdere il figlio che ama. Si tratta di un cammino di rigenerazione che la stessa Rina Faccio dovette affrontare personalmente e il romanzo è il racconto della sua vita.

 

Amo dunque sono di Sibilla Aleramo

Amo dunque sono di Sibilla Aleramo

Protagonisti una donna, Sibilla, non più giovanissima ma molto bella e affascinante, e un uomo molto giovane, Luciano, che la donna ha conosciuto in un momento di dolorosa crisi sentimentale per entrambi. Sibilla non lo ama subito, ma in breve se ne innamora di un amore totale. E tuttavia questo grande amore deve arrendersi alla magia, poiché Luciano dice di voler subire una sorta di iniziazione magica, prima di riunirsi alla donna amata. I due innamorati non si vedono per un lungo mese. A Sibilla rimane solo il ricordo di lui e l’impegno di scrivergli, affinché le lettere possano divenire il loro libro, al ritorno di Luciano.

Read moreAmo dunque sono di Sibilla Aleramo