La principessa sposa di William Goldman

di Blogger Commenta

Un celebre sceneggiatore cerca disperatamente la copia di un romanzo che nella sua infanzia gli aveva fatto scoprire il piacere della lettura.

Lo cerca perché vorrebbe regalarlo al figlio, un ragazzo viziato e annoiato, nella speranza che il miracolo si ripetesse. Che cioè comunicasse anche a lui il piacere della lettura. Quando riesce a trovarne una copia, scopre che molti capitoli noiosi erano stati tagliati dal padre. Allora decide di riscriverlo.

Togliendo divagazioni inutili, realizza un’opera straordinaria, che narra di un grande amore tra un garzone di stalla e la sua bella padrona. Il garzone tenta l’avventura per essere in grado di sposare la sua amata ma la nave sulla quale si è imbarcato affonda e lui muore. Lei è costretta a fidanzarsi con un principe freddo e calcolatore. Ma si parla anche di vari argomenti: un rapimento, un lungo inseguimento, molte sfide, in un ritmo crescente. La riscrittura ha avuto quindi un risultato insperato con racconti di sfide, cimenti, odio, veleni, ma anche di passione, musica e nostalgia.

L’AUTORE
William Goldman è nato il 12 agosto 1931, a Chicago. Inconsapevolmente preparandosi la strada per la sua futura carriera, trascorre molte ore durante la sua infanzia a guardare film presso il Teatro Alycon. In seguito va a Oberlin College in Ohio, dove riceve la laurea nel 1952. Poi va nell’esercito per due anni. Tornato alla Columbia University a New York consegue un master in lingua inglese nel 1956. L’estate dopo la laurea, scrive il suo primo romanzo Tempio d’Oro in dieci giorni. Dopo la pubblicazione di Tempio d’Oro Goldman inizia la carriera di scrittore. Dal suo libro Soldato sotto la pioggia è stato tratto un film.

Goldman è meglio conosciuto al pubblico contemporaneo per la sua sceneggiatura per ”La storia fantastica”, che lo ha reso caro ai romantici dappertutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>